IL FUOCO CHE DIVORA


Il bruciore tipico della gastrite, che poi potrebbe trasformarsi in ulcera, spesso è descritto come una fiamma che divampa e “mangia” dall’interno.

L’aumento dell’acidità gastrica equivale a un meccanismo autoaggressivo, all’esplosione che non trova sbocchi.

Il “fuoco gastrico” può manifestare dubbio e sfiducia nei confronti degli altri.

Al contrario, una carenza di succhi gastrici, può far intendere che ci sia una forte mancanza di energia nel “digerire” alcune situazioni.


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti